Ostello della Gioventù, nuova posa della prima pietra

La struttura, di 3.540 metri quadrati, sarà realizzata nell’arco di 18 mesi

01 Marzo 2019
Guarda anche: Attualità

L’assessore regionale allo Sport e Giovani Martina Cambiaghi con il sottosegretario ai Grandi Eventi Sportivi Antonio Rossi hanno partecipato, questa mattina, alla cerimonia di una “nuova” posa della prima pietra dell’Ostello della Gioventù di Lecco. La struttura, di 3.540 metri quadrati, sarà realizzata nell’arco di 18 mesi grazie al contributo di Regione Lombardia, Provincia di Lecco, Comune di Lecco e Aler Bergamo-Lecco-Sondrio, per un costo complessivo di 2.290.000 euro.

L’Accordo di Programma ha come obiettivo il completamento dell’Ostello della Gioventù di Lecco, opera incompiuta e dal 2009 sottoposta a un progressivo processo di abbandono ed esposizione ad atti vandalici. Il progetto prevede il completamento della struttura secondo la seguente articolazione funzionale: 80 per cento dell’edificio adibito a ostello, secondo gli standard e i requisiti funzionali, e il restante 20 per cento destinato al servizio abitativo temporaneo.

CAMBIAGHI: MIGLIORARE RETE OSTELLI PER TURISMO GIOVANILE – “Dopo tanti anni, finalmente, – ha dichiarato l’assessore Cambiaghi – finisce l’odissea dell’ostello della gioventù di Lecco, che aspettava una conclusione dal 2006, anno in cui erano cominciati per la prima volta i lavori. Con la cerimonia di oggi stiamo scrivendo una nuova pagina di una vicenda che potrà solo avere risvolti positivi. Ora, grazie all’intervento di Regione Lombardia e della sinergia tra gli Enti interessati, i lavori potranno partire e la città di Lecco vedrà sanata una ferita che dura da fin troppo tempo”.
“Come Regione abbiamo un forte interesse, in relazione alle politiche regionali di sviluppo dell’offerta turistica low cost di qualità, a completare l’ostello di Lecco, ma anche a riqualificare e a promuovere la rete degli ostelli – ha concluso Cambiaghi – al fine di agevolare ed incentivare il turismo giovanile”.

ROSSI: OPERA VALORIZZA TERRITORIO LECCHESE – “L’ostello di Lecco – ha spiegato il sottosegretario Rossi –  rappresenta un’opportunità di promozione internazionale e valorizzazione del territorio lecchese, completando, in maniera significativa, l’attuale offerta ricettiva con una struttura moderna e tecnologicamente avanzata. L’ostello si rivolge a un’utenza giovanile e familiare e risulta idoneo a soddisfare le crescenti esigenze legate allo sviluppo del campus universitario da una parte e, dall’altra, al crescente orientamento del territorio lecchese verso un turismo di basso impatto, in linea con il progetto che sempre Regione Lombardia ha voluto realizzare per valorizzazione delle Falesie del territorio lecchese”.

Tag:

Leggi anche:

  • Raddoppiano le presenze alla Pista di Pattinaggio di Lecco XXL

    È stato l’inverno dei record quello della Pista di Pattinaggio di Lecco XXL di piazza Garibaldi che, in più di ottanta giorni di permanenza, ha fatto registrare oltre venticinquemila presenze, più del doppio rispetto all’anno precedente. Inaugurata il 1°dicembre 2018, la pista di
  • Leggermente 2019, da lunedì si parte

    L’appuntamento con il festival Leggermente, quest’anno dedicato al tema “In gioco”, si svolgerà dal 18 al 24 marzo: sono attesi 10 mila studenti con 160 eventi e 87 autori. Leggermente, organizzata da Confcommercio Lecco e Assocultura Confcommercio Lecco, con il patrocinio della Presidenza
  • Pietro Grasso a Lecco

    Venerdì 15 marzo alle 21 alla Casa dell’Economia, Pietro Grasso presenta il suo libro “Storie di sangue, amici e fantasmi – Ricordi di mafia“. L’incontro sarà condotto dall’assessora alla cultura del Comune di Lecco Simona Piazza e dal coordinatore accademico
  • Sciopero per il clima, studenti in piazza anche a Lecco

    L’iniziativa, partita dall’attivista 16enne norvegese Greta Thunberg, coinvolge tutto il mondo. Iniziative degli studenti anche a Lecco e in provincia. Oggi per molti studenti nel mondo è giorno di sciopero per il futuro, sulle orme di Greta Thumberg… Una ragazza che non ha